• APPROFONDIMENTI,  BLOG

    Roma, Stadio Olimpico: Pouchain vs Robe di Kappa

     

    Maglia A.S. Roma “Pouchain” e maglia F.C. Juventus “Robe di Kappa”

     

    di Mario Stefano Tonda

    Il 17 dicembre del 1978 la Roma e la Juventus si affrontano per la dodicesima giornata di campionato, ma la partita destinata ad essere ricordata non si gioca sul terreno dell’Olimpico, quanto sulle maglie delle due squadre. Dalla stagione ‘78-‘79 la Figc autorizza le società di Serie A ad apporre sulle casacche il logo del fornitore tecnico e quella domenica Roma e Juventus, per la prima volta, presentano sulle loro maglie rispettivamente la “P” stilizzata del marchio Pouchain e i “due omini” del brand Robe di Kappa. Va da sé che la data in questione sia da ricordare anche per le vicende inerenti la nascita, in Italia, del merchandising calcistico che, con la comparsa degli sponsor tecnici, stava inevitabilmente iniziando a prendere forma.

     

    La sponsorizzazione tecnica delle tenute da gioco della Roma e l’idea di vendere ai tifosi il materiale ufficiale della squadra costituiscono, per l’imprenditore Maurizio Pouchain, un unico pensiero. In seguito ad un viaggio negli Stati Uniti, in cui ha modo di constatare come per i supporters delle squadre della ML, NFL e dell’NBA sia consuetudine indossare i colori del proprio team, Pouchain, la cui attività principale non riguarda l’ambito tessile, decide di allestire il maglificio acquisito per passione anni prima per proporsi come fornitore tecnico della Roma, già con il preciso intento di approntare, parallelamente, un’operazione di merchandising.

  • BLOG,  MAGLIE & CO.

    La maglia da portiere “di Zoff”

    La maglia “di Zoff”

    La maglia da portiere della Juventus per antonomasia: la maglia nera e grigia di Dino Zoff. Un modello leggendario, tanto da essere rispolverato qualche stagione fa dall’Adidas per vestire Gigi Buffon, erede indiscusso di Zoff.

    L’esemplare della foto di sinistra (immagine concessa da BasicGallery, archivio storico di BasicNet) è una maglia match worn indossata da Zoff nella stagione 1981-82, mentre l’immagine a destra è tratta dal primo catalogo F.S.M. e raffigura la maglia da portiere Kappa nella versione usata nel campionato 1982-83. Questa la descrizione che appare accanto alla maglia:

    art. 120 – Maglia da gioco ruolo portiere ufficiale. Maglia prodotta con filati particolari 100% cotone e tessuta da una macchina unica al mondo che permette un’incredibile elasticità orizzontale. Colore: corpo grigio, carré a maniche nere, colletto a camicia grigio con bordi bianconeri. Logotipo Kappa Sport ricamato bicolore. Scudetto applicato tricolore, ricamato con stellette e bordi in filo oro lurex. Numero sul dorso ricamato (a richiesta). Rifinitura a mano – taglia unica. Lire 85.000″.

     

  • BLOG,  MAGLIE & CO.

    La prima maglia “away” su catalogo F.S.M.

    BasicGallery, archivio fotografico di BasicNet

    Il primo catalogo della Football Sport Merchandise è stampato nel maggio del 1983 e la prima maglia ufficiale “away” della Juventus in vendita non poteva che essere la casacca blu della stagione 1982-83, da tempo maglia da trasferta dei bianconeri e destinata già dall’anno successivo ad essere sostituita dalla maglia gialla e blu, colori della città di Torino.

    Questa la descrizione della maglia nel primo catalogo F.S.M.:

    art. 110 – Maglia da gioco ufficiale. Color blu – bordi colletto e maniche bianconeri. Maglia prodotta con filati particolari 100% cotone  e tessuta da una macchina unica al mondo che permette una incredibile elasticità orizzontale. Logotipo sponsor Ariston ricamato. Logotipo Kappa Sport ricamato bicolore. Scudetto applicato tricolore ricamato con stellette e bordi in filo oro lurex. Numero sul dorso ricamato (a richiesta). Rifinitura a mano – taglia unica”.

    Sebbene la maglia blu sarebbe stata sostituita l’anno successivo in realtà comparirà ancora nel catalogo F.S.M. stampato ad inizio 1984, divenendo una sorta di maglia “third” ante litteram accanto alla nuova maglia “away” gialla e blu.

    La maglia in fotografia è un esemplare match worn indossato da Michel Platini e parte di una prestigiosa collezione privata. L’immagine che riproduce l’esemplare è invece di proprietà di BasicGallery (archivio storico di BasicNet) che ringraziamo per averci permesso di pubblicarla.

  • BLOG,  MAGLIE & CO.

    La maglia “away” della Juventus con il Tucano F.S.M.

    Prototipi maglie Juventus (BasicGallery, archivio storico di BasicNet)

     

    Nel 1994 la Football Sport Merchandise, rilevato il marchio Kappa dal fallito Maglificio Calzificio Torinese e “trasformatasi” in BasicNet, si trova davanti ad un dilemma: continuare a sponsorizzare i club sotto contratto con il marchio Kappa dei due omini, o utilizzare il Tucano della ex F.S.M.? Per la maggior parte delle squadre, Juventus compresa, si scelse di continuare con la tradizione, mentre per altre, come ad esempio l’A.E.K di Atene, si adottò (almeno per il campionato ’94-’95 e ’95-’96) il simpatico Tucano. Durante una piacevolissima cena trascorsa con Luciano Antonino e Marco Boglione, fondatori della F.S.M, ho però appreso una notizia “clamorosa”: in un archivio “sotterraneo” nel quartiere generale BasicNet si conservavano dei prototipi di maglie della Juventus col Tucano sul petto…incredibile!