BLOG,  MAGLIE & CO.

Stagione 1994-95, inizia l’era Kappa-BasicNet

#6 P. Sousa

Nel 1994, fallito il Maglificio Calzificio Torinese, il marchio Robe di Kappa viene rilevato da BasicNet, attuale proprietaria del brand dei “due omini”. L’inizio del nuovo corso è evidente, e tutto questo si riflette anche sull’abbigliamento tecnico Kappa fornito alla Juventus per la stagione 1994-95, a partire dalla maglia home bianconera. Il tessuto “a jacquard” che aveva caratterizzato la maglia dalla stagione 1989-90 fino alla stagione 1993-94 viene infatti sostituito da un materiale nuovo, destinato a caratterizzare le maglie della Juventus (sebbene con qualche piccola “evoluzione”) fino alla stagione 1996-97. Ma una caratteristica è immediatamente evidente sulla maglia della stagione 1994-95: per la prima volta compare, al centro del petto, lo sponsor colorato (Danone). Al riguardo riportiamo qui un episodio significativo: in un’amichevole dell’estate del 1994, disputata contro lo Sporting Lisbona e organizzata nell’ambito del trasferimento in bianconero di Paulo Sousa, il giocatore portoghese fece il suo ingresso in campo con la maglia della Juventus della stagione precedente, mentre tutti i compagni si presentarono sul terreno di gioco con la nuova maglia Kappa-BasicNet. Ma il mistero fu subito svelato: prima del fischio di inizio Paulo Sousa si diresse sotto la curva che ospitava i suoi vecchi tifosi dello Sporting, lanciando loro la maglia bianconera. Sotto la maglia Sousa indossava anch’egli la nuova tenuta da gioco con sponsor colorato. Purtroppo non siamo riusciti a rintracciare le immagini della partita, ma siamo certi del nostro ricordo, per un episodio che al meglio rappresenta il cambio di consegne tra il Maglificio Torinese e BasicNet, e che rimanda ad uno dei un giocatori simbolo della Juventus della stagione 1994-95, in grado di riportare, sotto la guida di Marcello Lippi, quello scudetto che da troppo tempo mancava sotto la Mole. Volendo proseguire, quindi, nelle caratteristiche innovative della maglia in foto potremmo aggiungere quanto segue: alle stelle racchiuse nella “scatolina” si sostituiscono stelle in campo libero, il formato del numero cambia e, soprattutto, il simbolo della Juventus che nelle maglie a jacquard era “velato” nel tessuto qui compare, per la prima volta, nitido al centro del colletto. La maglia in fotografia, esemplare match worn appartenente ad una prestigiosa collezione privata, è parte dell’archivio fotografico di BasicNet.