• BLOG,  MAGLIE & CO.

    La maglia nera “da brividi”

    #10 M. Platini

    Il 20 agosto del 1986, in occasione della partita amichevole disputata allo Stadio Olimpico di Roma contro la Lazio, la Juventus propone una maglia nera con colletto bianco “da brividi”, per riportare le parole utilizzate da Nicola Calzaretta nel descrive la tenuta da gioco nel suo testo “I Colori della Vittoria” (la cui lettura ha mostrato a molti tifosi bianconeri, per la prima volta, la maglia tanto dimenticata quanto meravigliosa.). Di fatto la maglia nera, utilizzata dalla Juventus esclusivamente in quella occasione (in precedenza comparsa negli anni ’60 e quindi ripresa nei primi anni ’90), ricalca fedelmente la maglia da trasferta in voga in quegli anni, in cui il giallo è in questo caso sostituito dal nero e gli inserti blu del colletto e delle maniche sostituiti dal colore bianco.

  • BLOG,  F.S.M.

    Il primo “advertising” F.S.M.

    IntrepidoSport, maggio 1983

    Parallelamente alla stampa del primo catalogo del maggio 1983 la F.S.M. iniziò a pubblicare su alcune riviste nazionali degli “advertising” per pubblicizzare la vendita degli articoli ufficiali della Juventus. Il primo rotocalco cui la Football si rivolse (che anticipò così le future e storiche partnership con il Guerin Sportivo e Hurrà Juventus) fu l’Intrepido Sport, sul quale, proprio nel maggio del 1983, fece pubblicare l’inserto proposto in fotografia, una sorta di riassunto del catalogo. Nell’inserto sull’Intrepido si potevano così ordinare: la maglia ufficiale bianconera, la maglia da trasferta blu, la maglia bianconera replica, la tuta ufficiale presentazione, la tuta da allenamento, il K-Way allenamento, più calze, pantaloncini e borse rappresentanza……l’avventura stava iniziando…..

  • APPROFONDIMENTI,  BLOG

    Kappa Football Merchandise?

    Maglia Kaiser Chiefs, 1993

    Nel 1994 la F.S.M., acquisendo il marchio Robe di Kappa, si “trasforma” in BasicNet (attuale proprietario del marchio dei “due omini”). Nel periodo che potremmo definire di “inter-regno” abbiamo rilevato come la Football avesse deciso di sponsorizzare con il logo del Tucano F.S.M. la maglia dell’Aek Atene (stagione 1993-94), successivamente invece marchiata col più tradizionale simbolo dei “due omini” Kappa (una volta acquisito il marchio). La visione dell’etichetta interna della maglia del Kaizer Chiefs (squadra di Johannesburg) della stagione 1993 pare aggiungere un ulteriore tassello alla “faccenda”: si tratta infatti di una etichetta con logo dei “due omini” in cui però compare la scritta Kappa Football Merchandise. In questa dicitura pare essere sintetizzata la storia che si sarebbe scritta dopo breve tempo, ossia il passaggio da Kappa MCT a Kappa BasicNet, passando attraverso la Football Sport Merchandise.

  • APPROFONDIMENTI,  BLOG

    La maglia dell’Aek con il “Tucano” F.S.M.

    La maglia “Basic” dell’AEK

    Nel novembre del 1994 la Football Sport Merchandise rileva la Robe di Kappa, e con l’acquisizione del marchio la F.S.M. “eredita” anche le sponsorizzazioni tecniche legate al brand torinese. Se con l’avvento della nuova proprietà alcune squadre continuano quindi ad essere sponsorizzate col marchio dei “due omini” Kappa (come nel caso della Juventus) altre invece vengono dotate di un nuovo simbolo: il Tucano F.S.M.!

  • BLOG,  MAGLIE & CO.

    La maglia “a jacquard”

    #4 S. Reuter

    “TUTTO NUOVO, ANCHE LA MAGLIA. La seconda rivoluzione Bonipertiana in due anni ha affidato a Zoff una squadra completamente rinnovata, sono arrivati uno straniero, un jolly, due attaccanti e giovani di sicuro avvenire. Tutto nuovo, come la maglia, come lo sponsor, come il prezzo per iniziare una nuova era bianconera. MAGLIA UFFICIALE. Particolarmente brillante e lucida la nuova tessitura, a jacquard, evidenzia i marchi della Juventus e dello sponsor tecnico; punto spugna interno antiaderente. Composizione 100% poliestere. Taglia unica. Cod. J0102, Lire 79.000″. [Catalogo F.S.M. stagione ’89-’90]

  • BLOG,  MAGLIE & CO.

    La maglia “dei 4 trofei”

    #3 M. Torricelli

    Nell’estate del 1996, dopo aver concluso la stagione precedente con la vittoria a Roma della Champions League, la Juventus prepara il campionato ’96-97, come di norma, con una serie di amichevoli e di tornei estivi. Per 4 partite di quelle giocate nei vari tornei (Trofeo “Zurigo F.C.”, Trofeo “Repubblica di San Marino”, Trofeo “Teresa Herrera” e Trofeo “Luigi Berlusconi”) la Robe di Kappa fornisce alla Juventus una maglia particolare, indossata solo in queste occasioni e mai più’ riproposta. Si tratta di una maglia blu e gialla, molto simile a quella indossata per la finale di Champions League contro l’Ajax, ma in cui le due grandi stelle sulle maniche scompaiono, in favore di due bande gialle con gli storici “omini” Kappa: quasi come se il brand torinese volesse imprimere ulteriormente il proprio marchio sulla maglia usata dai campioni nella finale vittoriosa di qualche mese prima. In questa direzione la Kappa sceglie di destinare la maglia gialla e blu per 4 partite particolari, ricche di contenuti e legate in vari modi alla storia bianconera: contro il Bayern Monaco di Giovanni Trapattoni, il Middelsbrough di Fabrizio